Sartie basse del Segugio

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Sartie basse del Segugio

Messaggio  Bruno ILA il Mar Lug 03, 2012 6:13 pm

Un abbraccio circolare a tutti voi.
Tra i tantissimi problemi che ho avuto negli ultimi tempi con il mio segugio, desidero sottoporvi un piccolo (spero) problemino con la sartia bassa posteriore sinistra.
Descrivo sinteticamente il problema:
Ho notato un leggera bozza in coperta tutto intorno alla landa che sostiene la sartia (vedi foto1), come se stesse forzando, in andatura di bolina con mura a sinistra, direttamente sulla coperta, come se il sistema di tiraggio dalla parte fusa nella murata di sin non facesse il suo lavoro di tiraggio adeguatamente (vedi foto2-3-4 ecc).
Ho smontato il tutto, e come si evince dalle foto, sembra che la testa del tondino di acciaio abbia subito non so come una usura che impedisce alla contropiastrina fissata sotto la coperta di aderire perfettamente alla testa del tondino fuso nella murata (preciso che non è fuso nella vetroresina della murata, ma in qualche modo fissata ad una piastra di metallo, anch'essa fusa nella murata della barca (ne ho la certezza perchè percuotendo la vetroresina si sente la differenza di suono dove si capisce che sotto ci sia metallo o solo vetroresina).
A questo punto, mi domando, come poter aumentare lo spessore della testa del tondino affinche aderisca perfettamente alla contropiastrina ? Potrei far saldare un pò di acciaio alla testina tonda usurata ? saldatura da fare obbligatoriamente a bordo, con tutti i rischi di fusione plastica, incendi, deformazione del fissaggio alla murata, trovare qualcuno disposto a portare la saldatrice TIG a bordo per saldare 1 millimetro circa di acciaio, ATTENZIONE, non più o meno di UN MILLIMETRO, altrimenti la contropiastrina non "tira" o non aderisce.
In poche parole è un problemaccio che solo e soltanto a me, sembra, poteva capitare. Ma a parte la "sfiga" che continua a perseguitarmi dopo le lunghissime e travagliatissime vicissitudini nella sostituzione del motore, ho un'idea che vorrei sottoporre a chi di voi può darmi un parere.
Avrei deciso di segare il tondino di acciaio ad una decina di cm dalla contropiastrina, far fare una filettatura di almeno 3,5 cm, ripristinare il terminale tondo del tondino alla piastrina in qualche modo sicuramente più fattibile in officina che a bordo, farmi filettare A BORDO la parte del tondino fusa nello scafo, senza usare fuoco gas saldature pirotecniche alla cieca, farmi creare dal torniere un bussolotto sempre in acciaio inox dello spessore almeno il doppio del tondino con la filettatura all'interno ovviamente da usare come tenditore in modo che io possa "regolare" la giusta tensione di tiraggio.
Vi sembra un'idea folle ? Io francamente non ne vedo altre, anche perchè mi si potrebbe presentare lo stesso problema anche alle sartie di destra. grrr ops
Attendo, fiducioso, un vs graditissimo parere.
Buon vento a tutti. [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Mi riservo di "annoiarvi" in adeguato post dell'immane tragedia della sostituzione motore e.... sempre in adeguato post, uno splendido 2° posto in regata da Ventotene ad Ischia di Ila . heilà heilà
avatar
Bruno ILA

Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 12.03.10
Età : 71
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sartie basse del Segugio

Messaggio  Sergio DANGI BLU il Mar Lug 03, 2012 10:20 pm

Caro Bruno, ho compreso il problema e valutato le soluzioni alle quali hai pensato... Rolling Eyes
Forse, da incompetente in materia, sto per dire una fessata galattica ma....
Non sarebbe molto più semplice incollare una piccola lamierina in acciaio inox da 1 mm di spessore dove va a battere la testa usurata del tondino?
In questo modo si recupererebbe lo spessore perso senza ricorrere a pericolosi, complicati e costosi artifizi.
Ho detto una fesseria vero? ops
avatar
Sergio DANGI BLU
Admin

Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 03.03.10
Età : 58
Località : Cagliari

Tornare in alto Andare in basso

Re Sartie basse del Segugio

Messaggio  Bruno ILA il Gio Lug 05, 2012 1:08 am

Ciao Sergio,
Non è mia intenzione farti inutili e ridondanti complimenti o sviolinate sterili, ma desidero ringraziarti sentitamente per la celerità e l'attenzione che dedichi a questo interessantissimo ed insostituibile blog.

La soluzione che mi suggerisci è già stata da me attuata, circa 5 mesi fa. Creai un lamierino di acciaio inox di spessore 0,5 mm; la forma somigliava ad un cono gelato, tagliato alla coda in misura del tondino, e la parte superiore (del cono tagliato), fasciava l'estremità della testina usurata, e rappresentava l'alloggiamento di essa.
Dopo tre mesi la bozza in coperta non si è modificata (nè in coperta e nè sottocoperta); ho rismontato il tutto ed ho trovato il lamierino tagliato dalla contropiastrina di sotto coperta). Allora, con tanta "pacienza" ho provato a stringere all'estremità inferiore della testina del tondino, un filo di ferro sempre di 1 mm e di acciaio inox ovviamente, in modo da "riempire" l'alloggiamento con la contropiastrina.
E MANCO ACCUSSI' VA' BBUONO (neanche così va bene) grrr grrr grrr grrr grrr grrr grrr
Non mi andrebbe proprio dover tagliare una parte di coperta e farla rifare chissà come poi. Senza contare la possibilità (spero) remota di disalberare, visto che Ila non smette di fare regate e tirare anche in condizioni piuttosto impegnative meteorologicamente parlando.
Sicuramente qualcuno mi dirà che non si può competere con varie Ferrari, Porche, Maserati con una vecchia Balilla. ca tengo a capa tosta, chi va per questi mari ...... . datte nà regolata, ecc. ecc.
Finchè posso far galoppare il mio Segugio, io ci provo ; consapevole che prima o poi mi si rivolterà contro. Quel giorno, spero ancora molto lontano, ne sarò talmente pienamente appagato che non mi peserà affatto disfarmene orgogliosamente con affetto e gratitudine. Lasciatemi passare questi termini che si utilizzano normalmente per cose animate, persone e cose molto serie, ma sono convinto che anche diversi di voi amano il proprio segugio intensamente, senza lasciarlo a vedere a nessuno ma dentro di sè si è consapevoli che tra i piaceri terreni del momento, la ns barchetta ha un notevole "peso" anche affettivo.
Come vedi, caro Sergio, anche io ho detto la mia cavolata serale, boh
Un abbraccio a tutti voi,
Bruno ILA grazie viva
avatar
Bruno ILA

Messaggi : 39
Data d'iscrizione : 12.03.10
Età : 71
Località : Napoli

Tornare in alto Andare in basso

Sartie basse del Segugio

Messaggio  Massimo JEREMY JONES il Gio Lug 05, 2012 8:53 pm

Salve Bruno ho visto dalle foto che hai smontato il tondino in acciaio allora perchè non staccarlo totalmente dalla resina , farlo rifare nuovo , se possibile, altrimenti modificare il vecchio, trovare il sistema di avvitarlo con un bel dato ad un murale di legno, di misura adeguata, e poi resinare abbondantemente il tutto forse esteticamente non sarà valido ma credo sia sicuro. Chiaramente è sempre un consiglio da incompetente però puoi chiedere ad un cantiere se la cosa è fattibile. Volevo da te una informazione per caso il problema è sorto dopo aver alato la barca con gru e bilancino? Ti saluto augurandoti di risolvere al più presto i tuoi problemi perchè ho notato che del Segugio ne fai buon uso.
avatar
Massimo JEREMY JONES

Messaggi : 62
Data d'iscrizione : 27.06.10
Età : 71
Località : ANZIO

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sartie basse del Segugio

Messaggio  Sergio DANGI BLU il Ven Lug 06, 2012 12:56 pm

Scusa Bruno ma mi sorge il dubbio di non aver capito affatto il problema... ops
Tu dici che la testa del tondino è usurata per uno spessore di circa 1 mm; se ho ben capito l'usura riguarda la parte che viene a contatto con il foro della piastrina concava che pertanto non riesce a "tirare" bene il tondino stesso che è "lasco" rispetto al foro. Ho capito bene?
A mio modesto parere, la funzione di tutto il sistema tondino-piastrine che va dalla coperta alle fiancate della barca dovrebbe servire a fare in modo che la trazione delle sartie si scarichi sulle lande affogate nella vetroresina delle fiancate senza forzare sulla coperta quindi la funzione della piastrina inferiore non è quella di "tirare" il tondino verso l'alto ma solo di solidarizzarlo alla coperta. Cioè non ci deve essere soluzione di continuo fra landa e la piastrina della coperta dove si attacca l'arridatoio.
A questo punto se l'usura della testa crea un certo "gioco" nel sistema che fa si che la trazione della sartia faccia sollevare la coperta creando la bozza, il problema sta evidentemente nel recuperare lo spessore perso.
Ripropongo la mia idea: se incolliamo semplicemente un lamierino inox dello spessore di 0,5-1 mm dove va a battere la testa del tondino, eliminiamo il "gioco" e ricreiamo il continuum necessario.
Scusate lo schizzo veloce... Embarassed
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Che dici Bruno, continuo a dire corbellerie? Smile Smile Smile
Per quanto riguarda la tua proposta Massimo, francamente mi sembra molto demolitiva, costosa e non necessaria. Però posso sbagliarmi... Rolling Eyes
heilà heilà heilà

avatar
Sergio DANGI BLU
Admin

Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 03.03.10
Età : 58
Località : Cagliari

Tornare in alto Andare in basso

sartie basse

Messaggio  Francesco SAMY il Lun Lug 09, 2012 6:03 pm

Ciao Bruno ,
mi meraviglio che Sergio non abbia pensato alla " sostituzione della protesi anca negli anziani " .Io preponderei per la procedura iniziale che hai indicato .Per cui taglierei il tondino con la testa usurata e me lo porterei via insieme alla piastrina per consentire le successive lavorazioni in officina (ovviamente da reperire fra vecchi artigiani che lavorano di tornio ecc.).Rimane il problema di riattaccare la "protesi risistemata " al vecchio " femore " rimasto appiccicato allo scafo . Se si riesce a lavorare con una filiera si puo' filettare i due "moncherini ed unirli con un manicotto tipo arriddatoio ( anche per avere possibilita' di registro ).Se la filiera non entra ,volendo evitare saldature ,proverei a forare trasversalmente il moncherino e mediante un perno unirlo all'arriddatoio avvitato sulla "protesi " . In sintesi ,lo stesso sistema utilizzato per unire al pulpito ( e tendere ) la battagliola .
Bene ,adesso sono contento perche' anche io ho potuto dire la mia caz.....ata ops Purtroppo il problema rimane poi tutto tuo . devil devil
Sono contento anche per un altro motivo ed è scoprire che i segugi corsaioli ,e cioe' che si scatenano in regata,sono sempre di piu' .......vero Sergio clap clap
Dalla prima delle tue foto ,noto una differenza con il Samy .la mia piastrina di attacco della sartia (quella sulla coperta) non è come la tua ma è simile a quella interna ( con attacco a sfera ). Non vorrei che l'usura del tuo femore ,oltre alla vecchiaia ,sia dovuta a sollecitazioni anomale innescate dal fatto che l'attacco sulla coperta non consenta la rotazione in tutti i sensi della sartia ops Dico questo perche' egoisticamente spero di non trovarmi presto con il tuo stesso problema .A proposito di problemi......hai pensato di assoldare nel tuo team uno .....sciamano .Mi sembra che un buon rito scaramantico non possa che fare bene per arginare la sfiga che ti perseguita .Ciao Francesco
avatar
Francesco SAMY

Messaggi : 197
Data d'iscrizione : 12.03.10
Età : 71

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sartie basse del Segugio

Messaggio  Marco CARPE DIEM il Mar Ott 16, 2012 8:46 pm

scusate anche io premetto che non sono competente al riguardo ma come fate ad essere tanto certi che la causa sia il tondino e non un lieve cedimento dello scafo? io non sono tanto sicuro che la piastrina serva a tendere la coperta verso l'interno ma semplicemente, come suggeriva sergio, a creare un unicum
avatar
Marco CARPE DIEM

Messaggi : 231
Data d'iscrizione : 12.03.10
Età : 39
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sartie basse del Segugio

Messaggio  Sergio DANGI BLU il Mar Ott 16, 2012 11:54 pm

Beh, allora...., Bruno come hai risolto il problema? Sono davvero curioso... Rolling Eyes
avatar
Sergio DANGI BLU
Admin

Messaggi : 418
Data d'iscrizione : 03.03.10
Età : 58
Località : Cagliari

Tornare in alto Andare in basso

Re: Sartie basse del Segugio

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum